Terre d'ascolto

Terre d'ascolto

La qualità della nostra Vita è la qualità delle nostre relazioni, a cominciare da quella con sè.

Un luogo non luogo dove ascoltare, trovare, creare, confrontare, guardare, riflettere sul cammino straordinario che è la Vita.
Per ascoltarsi, crearsi, confrontarsi, guardarsi, riflettersi.
Per Amare ciò che è. Adesso. Incondizionatamente.

Limite come opportunità

su CarloPosted by Carlo 23 Apr, 2014 19:38:13
Ci sono eventi che cambiano la vita, la percezione stessa del significato di vivere, non come verbo, come profondo contatto con il sè più profondo. Se l'evento ti porta nel baratro della paura, nella pozza nera della nevrosi, dove la sopravvivenza in pericolo ti porta nella ruminazione del pensiero negativo in modo ossessivo, puoi affondare. Oppure, risvegliarti. Comprendere, come dice una grande Maestra, che "fare del limite un'opportunità" è la risorsa.
Tre mesi in un letto, sono lunghi a momenti lunghissimi, in quella stanza apparentemente asettica, che diventa la mia casa con i ritmi scanditi da rituali innaturali, le persone, anzi Persone, con i camici bianchi che la frequentano, che diventano amici e soprattutto angeli custodi.
Il limite è dato dalla sofferenza per la malattia, per la paura, per quello che senti e vedi intorno.
Un istante sono nel baratro, nella pozza, un istante dopo entra un raggio di sole e il buio scompare.
Quel momento che stavo vivendo era comunque la mia vita, potevo arrendermi e continuare a subirla o viverla. Ho scelta la Vita, e allora è diventata una straordinaria opportunità per comprendere cosa mi ha portato lì.
Ho iniziato a guardare al mio passato, senza giudizio, solo per ciò che è stato. Ho compreso che vado bene così come sono, la competizione costante con me e con gli altri era assolutamente inutile e deleteria poichè mi aveva sempre più allontanato dalla mia natura tanto da non conoscerla più. Una competizione insensata che nasconde bisogni da soddisfare con l'adesione a qualsivoglia modello di riferimento. L'amore per ciò che è fa scomparire l'odio di sè e porta all'amore per l'altro da sè, perchè lo vedo per ciò che è, come sono io, con parti di luce e ombra. Perchè soffrire, vedendo di me e dell'altro, le ombre, quando sono ed è tutta luce? Quale scusa posso inventare oggi per non vedere la trave nel mio occhio? Che l'altro è male perchè ha il male "dentro"? Allora ce l'ho anch'io. Quante volte ho fatto soffrire qualcuno volontariamente o senza rendermi conto? Sono anche luce e lo è anche l'altro. Sta a me scegliere cosa voglio vedere. La risposta ai quesiti è già il cammino verso il risveglio, la rinascita, la nascita di un nuovo Amore.

  • Comments(0)//www.carlocattaneo.eu/#post13

Chi sono

su CarloPosted by Carlo 23 Apr, 2014 19:04:24

Nato nel 1966, ho attraversato le gioie e i problemi della Vita comprendendo che i responsabili, i registi, i protagonisti siamo sempre noi e nessun altro. Credere che l'esterno ci obblighi alle scelte, è un'illusione. Fuori dalla sopravvivenza fisica, ogni cosa è scelta. Dietro ogni scelta, c'è un bisogno da soddisfare, essere amati, visti, riconosciuti. Ciò che non riceviamo nei primi anni di età, lo cerchiamo come possiamo, dapprima con l'adesione ai modelli di riferimento proposti, posizione sociale, carriera, aspetto esteriore, oggetti, auto, moto, vestiti, gadget di ogni genere, che l'ambiente circostante ci fa credere essere indispensabili per ottenere quel momento di attenzione, soddisfazione, appartenenza, allontanandoci sempre più dall'essenza: scoprire il Divino dentro di noi amandoci e donando Amore incondizionatamente. Nella difficoltà dell'incomprensione di sè sono riuscito a cercare e trovare persone meravigliose che mi hanno fatto vedere nuovi sentieri, accompagnandomi sulla via. La mia vita è legata agli insegnamenti del filosofo Furio Sandrini; allo scrittore, terapeuta, musicoterapeuta, trainer Mauro Scardovelli; alla mistica Angela Volpini e tutti i compagni di viaggio straordinari, ognuno di loro ha donato qualcosa di sè per la crescita. Sono i mentori che mi hanno accompagnato nella ricerca interiore attraverso la scoperta e lo studio delle parole dei grandi Maestri nella direzione dell'apertura di cuore verso sè e l'altro da sè. Sono grato a tutte queste persone che mi hanno portato alle conoscenze per costruire i miei strumenti per affrontare le situazioni più difficili, come la malattia per la quale ho perso la funzione renale e messo in pericolo la Vita stessa. Quest'ultima esperienza, nella quale ho appreso come "fare del limite, un'opportunità" è stato il dono Divino che ha dato la chiarezza sulla Vita che potete trovare nel pensiero espresso in questo sito e che desidero esplorare, trasmettere, donare a chiunque legga, guardi o voglia incontrarmi perchè sente il bisogno di un confronto nella direzione dell'ascolto di sè per una qualità di Vita possibile che porti ad amare ciò che è. Adesso.

  • Comments(0)//www.carlocattaneo.eu/#post2
« Previous